AISIA - Home page
 
Chi siamo
 
Cos'è l'A.I.S.
 
Forme di A.I.S.
 
Condizioni simili
 
Dopo la diagnosi
 
Gruppi di supporto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Notizie utili
 
Genitori
 
Materiale informativo
 
Dal mondo della ricerca
 
Storie personali
 
Libri, cinema, tv
 
Link
 
Contattaci

 

 
Aggiornamento Febbraio 2014

CONDIZIONI SIMILI

 

Questa pagina è dedicata a persone XY con disordini della differenziazione sessuale diversi dall’ AIS.
Vengono inoltre presentate alcune condizioni di donne XX che hanno alcuni problemi in comune con le donne XY, per esempio lo scarso sviluppo della vagina.

 

DSD con cromosomi XY
- Disordini nella formazione delle gonadi
• Sindrome di Swyer
• Mosaicismo X0/XY
• Regressione testicolare
- Disordini nella produzione o nell’azione del testosterone
• Ipoplasia delle cellule di Leydig
• Deficit enzimatici nella biosintesi del testosterone
• Deficit di 5-alfa-reduttasi

 

DSD con cromosomi XX
- MRKH (Sindrome di Rokitansky)
- Aplasia del dotto mulleriano
- Atresia vaginale
- MURCS

 

DSD con cromosomi XY.

Dal punto di vista biologico, la via che conduce al sesso femminile sembra essere predefinita per gli esseri umani, mentre il processo di sviluppo di un feto maschile è più complesso e dipende dall’azione di vari geni ed ormoni. Un feto con cromosomi XY può svilupparsi con un aspetto femminile per diverse cause.

Alcune di queste condizioni sono:

1. Disordini nella formazione delle gonadi dovuto a diversi motivi (per es. Sindrome di Swyer o disgenesia gonadica XY pura, Mosaicismo X0/XY, Sindrome della regressione testicolare, ecc)

2. Alterato sviluppo delle cellule del testicolo che producono androgeni (ad es. agenesia o ipoplasia delle cellule di Leydig per mancata risposta all’ormone LH)

3. Difetti enzimatici nella biosintesi del testosterone (ad es. deficit degli enzimi 17-chetosteroido-reduttasi, 17-alfa-idrossilasi, 3-beta-idrossisteroidodeidrogenasi, 17-beta-idrosteroidodeidrogenasi, ecc)

4. Insensibilità dei tessuti genitali agli androgeni (per es. AIS)

5. Difetti di trasformazione del testosterone in diidrotestosterone nei tessuti bersaglio (ad es. deficit di 5-alfa-reduttasi)

Dato che dell’AIS parliamo nelle altre pagine del sito, questa pagina è dedicata ai primi tre tipi di condizioni.

1. DISORDINI NELLA FORMAZIONE DELLE GONADI

Sindrome di Swyer

La sindrome di Swyer o disgenesia gonadica pura è una condizione in cui l’individuo possiede un cariotipo 46XY e genitali esterni femminili. Le donne con la sindrome di Swyer non hanno ovaie, né testicoli, ma delle gonadi “streak”, cioè non funzionanti, per cui sono assenti sia le cellule germinali sia le cellule che producono ormoni. Le cause possono essere diverse, ma riconducibili ad un blocco nei meccanismi genetici che determinano la differenziazione della gonade primitiva in testicolo. Le donne con sindrome di Swyer hanno vagina e utero normali (le così dette strutture Mulleriane). Tuttavia, non essendo presenti gonadi funzionanti non sono prodotti gli ormoni necessari per lo sviluppo puberale e generalmente non si ha crescita del seno, mentre possono essere presenti peli pubici e ascellari. Alcune donne hanno il clitoride leggermente ingrandito La sindrome di Swyer viene spesso diagnosticata quando la ragazza viene visitata per un ritardo della pubertà o perché non arrivano le mestruazioni (amenorea).Con la terapia ormonale si ottiene la crescita del seno e le mestruazioni. Le gonadi di queste donne presentano un rischio aumentato di trasformazione in neoplasia, per cui dopo la diagnosi devono essere rimosse.

Sindrome di Turner

La sindrome di Turner è una condizione nella quale si ha un solo cromosoma sessuale X (cariotipo 45,X0) ed un aspetto femminile. Usualmente non si ha uno sviluppo puberale spontaneo; è presente bassa statura e sono possibili alcune anomalie a carico di vari organi.

Mosaicismo X0/XY

Il “mosaicismo 45,X0/46,XY” o “disgenesia gonadica mista” è una condizione nella quale si possono avere anomalie dei genitali esterni; una parte di questi pazienti presenta bassa statura.

Le ultime due condizioni descritte sono molto diverse dall’AIS e difficilmente possono essere confuse con essa.

2. INCOMPLETO SVILUPPO DELLE CELLULE DELLE GONADI

Ipoplasia delle cellule di Leydig

In circostanze normali i testicoli fetali producono due ormoni: l’ormone anti-Mulleriano (AMH) ed il testosterone. In alcuni casi le cellule che producono l’ AMH (chiamate cellule di Sertoli) lavorano normalmente, mentre le cellule che producono testosterone (chiamate cellule di Leydig) non si sviluppano correttamente. Questa condizione è conosciuta come “Ipoplasia delle cellule di Leydig” (ipoplasia vuol dire scarso sviluppo) e l’individuo si presenta con un aspetto generalmente femminile. Poiché le cellule di Sertoli sono normali, esse producono regolarmente l’AMH e quindi non si sviluppano né utero, né tube di Falloppio.

La causa principale dell’ipoplasia delle cellule di Leydig è un difetto del recettore per l’ormone luteinizzante (un ormone prodotto dall’ipofisi) e in questi casi la condizione viene chiamata anche “Resistenza all’LH” (ossia resistenza all’ormone luteinizzante, abbreviato in LHR). Il recettore LH è anche necessario per il funzionamento della Gonadotropina Corionica Umana (hCG), che regola lo sviluppo delle gonadi nelle prime settimane di vita.

A differenza dell’AIS, il recettore degli androgeni funziona normalmente.
Donne XY con un alto grado di LHR non produrranno androgeni, così alla pubertà non si avrà una femminilizzazione spontanea.

L’iposplasia delle cellule di Leydig è dovuta ad un difetto su un autosoma (un cromosoma non sessuale) e per trasmettersi richiede due geni mutati, uno dal padre e uno dalla madre. I fratelli e le sorelle fertili possono essere portatori.

3. DIFETTI ENZIMATICI NELLA BIOSINTESI DEL TESTOSTERONE

Ci sono molti enzimi che partecipano al normale processo di sintesi del testosterone (es. 17-chetosteroido-reduttasi, 17-alfa-idrossilasi, 3-beta-idrossisteroidodeidrogenasi, 17-beta-idrossisteroido-deidrogenasi, ecc.) ed altri (es. 5-alfa-reduttasi) che ne facilitano la conversione in una forma più attiva che è necessaria per un adeguato sviluppo dei genitali maschili esterni.
Così, se alcuni di questi enzimi non vengono prodotti, la mascolinizzazione non avviene ed il feto si sviluppa come bambina ma con gonadi maschili interne. In alcuni casi gli enzimi funzionano parzialmente ed in questi casi si ha un grado variabile di mascolinizzazione o femminilizzazione.
Alcuni di questi enzimi sono importanti oltre che per lo sviluppo degli organi riproduttivi sia maschili sia femminili anche per lo sviluppo della ghiandola surrenale.

Deficit di 17-beta-idrossisteroido-deidrogenasi

La 17-beta-idrossisteroido-deidrogenasi è un enzima coinvolto nei processi di sintesi del testosterone, in particolare converte l’androstenedione in testosterone. Ad una sua alterazione consegue un quadro che è molto simile al deficit di 5-alfa-reduttasi (vedi sotto).

Deficit di 5-alfa-reduttasi

La 5-alfa-reduttasi è un enzima che converte il testosterone in una forma più attiva chiamata diidrotestosterone. Quando questo enzima è carente, il feto sviluppa i genitali esterni in senso femminile. Tuttavia alla pubertà l’incremento nella produzione di testosterone è sufficiente per produrre una virilizzazione.
Nei casi di una diagnosi molto precoce, e in relazione al grado del difetto enzimatico, è consigliabile un approccio conservativo che permetta la crescita in senso maschile.
Il deficit di 5-alfa-reduttasi, a differenza dell’AIS, dipende da un difetto su un autosoma (cromosoma non sessuale) e per essere trasmesso richiede due geni mutati, uno dal padre e uno dalla madre.

DSD con cromosomi XX

Nelle seguenti condizioni si ha uno scarso sviluppo della vagina, aspetto comune anche ad alcune donne con AIS e condizioni simili.

MRKH e Aplasia mulleriana

Nella sindrome di Mayer Rokitansky Kuster Hauser la vagina è assente o incompleta. Lo sviluppo dell’utero è incompleto, mentre ovaie e tube di Falloppio sono normali. Lo sviluppo del seno e dei peli pubici è normale. Le mestruazioni sono assenti.
Nella comunità medica non c’è accordo sulla differenza tra MRKH e Aplasia mulleriana. Alcuni ricercatori ritengono che si tratti del medesimo tipo di condizione. Altri pensano che la presenza di un utero rudimentale e delle tube di Falloppio distingua la MRKH dall’Aplasia mulleriana.
In questa condizione vi è assenza della parte superiore della vagina, della cervice e dell’utero; le tube di Falloppio sono assenti o incomplete, ma le ovaie funzionano normalmente. I genitali esterni, lo sviluppo del seno e dei peli pubici sono normali. Mancano le mestruazioni.
Talvolta è accompagnata da anomalie del tratto urinario (per es. i reni mancano o non sono collocati al posto giusto) e da anomalie scheletriche (soprattutto spinali). La causa esatta non è conosciuta.

Atresia vaginale

Assenza della parte inferiore della vagina (sostituita da 2-3 cm di tessuto fibroso) mentre la parte superiore è normale. La cervice, l’utero, le tube di Falloppio ed i genitali esterni sono tutti normali. Nella letteratura medica, l’Aplasia mulleriana e l’ Atresia vaginale sono talvolta raggruppate insieme sotto il titolo “Assenza congenita di vagina”.

Associazione MURCS

E’ una condizione molto rara caratterizzata dall’associazione di diverse anomalie di sviluppo. Le persone affette sono donne con aplasia mulleriana, anomalie renali come assenza o erronea collocazione dei reni, anomalie spinali, delle costole e/o delle braccia dovute ad uno sviluppo erroneo di parte dell’embrione.

 
 

Cerca sul Web:

Google:  Yahoo: Virgilio: MSN:

 


 

Home - Chi siamo - Cos'è l'A.I.S. - Forme di A.I.S. - Condizioni simili - Dopo la diagnosi - Gruppi di supporto - Notizie utili - Genitori - Materiale informativo - La ricerca - Storie personali - Libri, cinema, tv - Link - Contattaci